home » Blog » Test Centralina Growbox Smartgrow gse

Test Centralina Growbox Smartgrow gse

  • 14 min read
Centralina Growbox Smartgrowcontroller

ciao a tutti dopo due anni di test in collaborazione con gse vi parleremo della centralina smartgrow.

La centralina smartgrowcontroller e l’ultimo ritrovato della tecnologia gse per il controllo completo della growbox.

la centralina messa in vendita consente di comandare comodamente tramite wifi fino a 4 lampade 4 prese non troppo induttive entrata ed uscita dell’aria e 4 sensori che possono essere fra varie categorie a scelta.

i sensori danno la capacita alla centralina di capire cosa sta succedendo dentro la grow e mantenere i parametri che avete impostato.

come funziona la centralina?

la centralina growbox e completamente gestita da una scheda interna un programma sicuro e non collegato alla rete internet.

e capace di comandare le prese ma sopratutto e completamente programmabile graficamente.

non parliamo quindi di programmare in linguaggi sconosciuti come visual basic ma bensi di impostare timer e vari parametri che spiegheremo nel articolo.

inoltre la centralina e capace di registrare molti parametri partendo dalla temperatura umidità ph ec co2 livello dell’acqua di una vasca pressione ecc.

la centralina registra i parametri e sarete sempre in grado di visualizzarli in una finestra con grafici per capire cosa va e non va dentro la vostra growbox.

insomma non vorrei dirlo ma questo e il sistema più professionale per gestire una stanza che sia esistito, anche perché una volta programmata lei fa tutto da sola non vi rimane che mettervi comodi e coccolare le vostre piante.

Come collegare la centralina growbox



inanzi tutto partiamo con il collegare la centralina, a destra della centralina si trovano gli attacchi per le lampade di colore giallo.

mentre dalla parte destra si trovano le prese per attaccare ciabatte per comandare pompe acqua irrigazione pompe aria e altri materiali necessari per idroponica.

mentre al centro sempre in blu si trovano l’attacco per la ventola di entrata e la ventola di uscita.

la prima cosa da fare e quindi trovare un posto dove piazzare la centralina, noi abbiamo optato per un muro adiacente alla growbox.

i sensori forniti hanno cavi molto lunghi almeno due metri quindi non preoccupatevi troppo di questo ma in alternativa potete metterla dentro.

mentre invece il cavo fornito per l’alimentazione della centralina non e molto lungo, se optate per una prolunga fate in modo che sia di buona qualità con cavo molto largo perché assorbirà molta corrente.

quindi collegate tutti i cavi e poi il cavo alimentazione della centralina premete il pulsante di accensione e dovrebbe vedersi una spia led verde lampeggiare per qualche secondo fino a diventare fissa.

per capire se e accesa potete anche aprire lo sportellino della centralina facendo attenzione a non toccare i componenti interni in cui passa la 220V una spia blu dovrebbe lampeggiare costantemente.

Prima accensione e collegamento centralina growbox

La prima accensione e molto semplice la centralina per accendersi e completare il caricamento dei suoi programmi interni richiede qualche minuto non abbiate fretta.

non appena la centralina termina i caricamenti necessari al suo funzionamento potete dotarvi di un pc con wifi integrato e partiamo con il collegamento.

inanzi tutto accendete il pc e nella schermata wifi troverete una rete aperta chiamata smartgrowcontroller dovete collegarvi per entrare nella centralina.

dopo aver eseguito il collegamento wifi dovrete aprire il vostro browser E Copiare Questo Testo (smartgrow) usate chrome o explorer se avete problemi cambiate browser.

se la scheda smartgrow nel browser non trova nulla dovrete andare nelle impostazioni della scheda di rete del pc e aprire proprietà alla voce ip troverete un collegamento.

di solito e questo 192.168.0.1 lo copiate ed incollate nel browser e dovrebbe aprirvi la scheda questo succede le prime volte o in browser vecchi.

lanciate il link nel browser e dovrebbe aprirsi la schermata di collegamento, nel Collegamento vi chiederà quale tipo di connessione utilizzare per sicurezza usate quella da pc a centralina (local connection)

per il collegamento saranno necessari pochi minuti , Nella schermata successiva potrete impostare ora data e la vostra località per l’orologio che verrà sincronizzata con il pc quindi fate in modo che quella sia giusta.

dopo di che inviate le informazioni e si parte.

La dashboard della centralina growbox

Partiamo dalla dashboard la nostra centralina ha la lingua in inglese essendo una versione da test, pero le centraline acquistate posso essere prese con varie lingue Compreso l’italiano.

qui sotto la dashboard gia completamente allestita

Nella Dashboard Possiamo Vedere Le Impostazioni Generali I Sensori Collegati In Questo Caso Sono Due.

Mentre Il Socket Sono Le Prese Di Corrente Quelle Accese In Verde E Quelle Spente In Rosso, Ogni Uscita E Segnata Anche All’Esterno Della Centralina Per Non Sbagliarsi Con I Collegamenti.

Abbiamo Anche Le Due Uscite Per Le Prese Dell’Aria, In Questo Caso Si Vedrà L’intensità Con Cui La Centralina Sta Gestendo Queste Prese Chiaramente Per Utilizzare La Percentuale Dovete Avere A Disposizione Un Estrattore Di Cui La Velocità Possa Essere Variata Tramite Il Calo Della Tensione.

Di Solito Vanno Tutti Bene Ma Alcuni Tipi Non Funzionano Nel Vostro Caso Chiaramente Non Avrete Ancora Collegato I Sensori E Quindi Non Vedrete Nulla.

Colleghiamo i sensori della centralina

Il collegamento dei sensori non e una cosa molto semplice per fortuna andrà fatto solo una volta.

quindi prendiamo i sensori acquistati uno alla volta facendo attenzione a capire quale tipo di sensore abbiamo preso solitamente sul sachetto e scritta la descrizione in inglese.

lo colleghiamo alla presa address della centralina ed entriamo in rooms e in sensor in ultimo in set sensor address.

entrando vedremo questo menu

In questo caso noi siamo andati a collegare il sensore luce e quindi abbiamo scritto sensore luce non preoccupatevi troppo del nome ma mettetene uno comprensibile perché dopo lo vedrete nella dashboard.

quindi mettete il nome e premete su get address se avete collegato correttamente il sensore alla porta dovreste vedere che appare un numero nel riquadro dedicato a sensor address.

potete anche selezionare un numero diverso cliccando sopra si aprirà una finestra a tendina, in ogni caso il numero sarebbe una cosa interna della centralina.

selezionate uno per il primo sensore cosi facendo saprete che dovrete collegarlo nella porta numero uno.


Successivamente click su set address e vedrete il sensore impostato sulla porta selezionata.

ora che avete settato il sensore dentro la centralina potete attaccare il sensore a una porta e questo verrà riconosciuto automaticamente.

in questo modo lo troverete nella dashboard e nella stanza che andremo a vedere in seguito.

collegate tutti i sensori che avete comprato ricordatevi che possono essere collegati solo 4 sensori in tutto.

Programmiamo la centralina growbox

per partire nella programmazione dobbiamo entrare nella dicitura room o stanza.

Click su room e mettiamo un nome per la nostra growroom tipo villaggio della ganja.

ora che abbiamo creato la room entriamo cliccando sul nome della growroom e iniziamo la programmazione.

in questa schermata potete vedere come la nostra stanza sia già completamente programmata ma partiamo dai dettagli per capire come fare.

a sinistra ci sono i collegamenti per le prese e i sensori

Cliccando su switch exit 2 per esempio apparirà nella nostra stanza il riquadro switch exit 2 che andrà poi collegato a qualcosa che lo comanda.

sempre a destra troverete il riquadro sensori che sara il riquadro che darà le informazioni hai nostri timer oppure hai nostri regolatori interni

in questo senso viene in campo il riquadro destro che e il riquadro che vedete sopra dove potete settare un timer oppure un regolatore di umidità

Quindi andiamo a impostare un banale timer per vedere come si impostano le cose prendiamo un timer di esempio e vediamolo in dettaglio.

Facendo click sulla sulle tre line si aprirà il menu a tendina con scritto delete cancella oppure delete connection, che sarebbe la connessione con la lampada che ancora non abbiamo fatto oppure duplica.

sotto le varie impostazioni quindi cliccando su add 24 ore si andrà ad aggiungere il riquadro start e end sotto il timer.

bisogna considerare che (00 h 00 m 00 s) sono ore minuti e secondi ma non ha (am e pm).

Il riquadro quindi si considera come ore da 0 a 23,59 cioè come dalla mezzanotte alle 23,59 della mezzanotte.

se impostate start 10 e stop 22 partirete alle 10 di mattina e vi fermerete alle 22 di sera.

dopo aver impostato l’orario quindi e sufficiente cliccare sul pallino rosso del timer e poi sul pallino rosso della cosa che volete collegare tipo light exit 1 cioe la lampada numero uno.

Per non sovraccaricare l’impianto abbiamo creato due timer con accensione sfalsata nel nostro caso essendo per un laboratorio di piante madri abbiamo impostato un orario di 14 ore di luce.

perché poi le spostiamo in greenhouse.

Light exit 1 2 3 e 4 sono le uscite quindi delle lampade , chiaramente noi ne utilizziamo 4, ma se ne avete solo due basterà tenerle spente sul off.

se volete che vengano comandate invece dovete tenerle su auto e saranno comandate dalla centralina, mentre se le tenete su on staranno sempre accese questo vale per tutte le uscite.

in questo modo avrete impostato le lampade ad accendersi e spegnersi.

colleghiamo l’aspirazione della centralina growbox

prendiamo Gli exaust air fan e intake air fan che sono le due prese frontali per gli aspiratori, poi prendiamo dal riquadro destro il fan che e un programma per la gestione della temperatura.

aggiungiamo anche i sensori della temperatura e del umidità che dovreste aver già collegato.

ora colleghiamo i pulsanti blu del fano con con i pulsanti blu delle uscite basta cliccare sopra il primo e subito dopo sul secondo, facciamo la stessa cosa per i rossi dei sensori.

una volta fatti i collegamenti possiamo impostare il riquadro fan con velocità minima, velocità massima.

nella velocità minima dovreste vedere quando l’aspiratore si ferma noi abbiamo fatto un test e 8% e il minimo, più in basso e si ferma e si blocca

mentre la massima lasciatela a 100%.

la pressione negativa significa che viene aspirata più aria di quanta ne viene mandata questo chiaramente se i due aspiratori sono delle stesse dimensioni.

quindi basta impostare la percentuale negativa di pressione e non dovrebbero esserci uscite di odor,i basta un 10.

nel nostro caso non e impostata perché non utilizziamo una grow ma una stanza apposita.

Colleghiamo altri timer per le prese delle pompe

le uscite blu sono molto utili per collegare qualsiasi cosa possiamo comandare elettronicamente ; dei ventilatori, delle pompe, dell’acqua o pompe dell’aria per le vasche idroponiche.

oppure possiamo comandare degli umidificatori deumidificatori in realtà possiamo collegare tutto quello che potrebbe tornarci utile al controllo della grow box.

noi abbiamo collegato un impianto dell’acqua e delle pompe per areare le soluzioni idroponiche

qui in foto vedete come abbiamo impostato la switch exit 4 alle pietre porose che sono sempre accese.

mentre per la switch exit 3 che comanda le pompe dell’acqua essendo un impianto in vasi di cocco abbiamo impostato un timer con 4 accensioni e spegnimento per aggiungere varie ore basta fare click su 24 ore ripetutamente e verrà aggiunto al timer.

quindi basta poi collegare il pallino rosso all uscita che desideriamo per fargli fare quello che vogliamo.

Il menu di programmazione in dettaglio

quando avrete finito di impostare tutto vi trovere un menu completo come questo.

ricordatevi che tramite il menu a destre potrete impostare quello che volete avete infatti vari regolatori di ogni tipo.

  • event eventi
  • timer
  • heater riscaldatori
  • coller Raffreddatori
  • Humidifier Umidificatori
  • Deumidifier deumidificatori
  • Fan aspiratore
  • ecc

In effetti ci sono cosi tante cose che dobbiamo ancora finire di testarle tutte , inoltre il riquadro a destra da la possibilità di entrare ancora di piu nel dettaglio della programmazione con istruzioni di vera programmazione se ne sapete qualcosa vi divertirete.

potreste per esempio aver bisogno di impostare il riempimento di una vasca se non Dovreste esserci per parecchio tempo.

vi basterà comprare il sensore di livello dell’acqua e poi impostare un uscita exit 2 per esempio che si accenda una volta al giorno e si spenga quando il sensore di livello si accende.

questo potete farlo sfruttando i parametri condition e valori boleani che potete studiare volendo su internet.

oppure un apertura di una valvola di una co2 quando nella stanza la temperatura e compresa fra i 27 e i 28 gradi.

insomma questa centralina vi permette tutto chiaramente dovrete fare tante prove ma sara piuttosto divertente e potrete perderci parecchio tempo.

inoltre dopo aver finito sara tutto automatico e avrete più tempo da dedicare alla rifinitura delle piante riuscendo a sfornare ottimi raccolti e mantenendo tutti i parametri sempre costanti.

Controllo Dei parametri nel tempo!

quale coltivatore non vorrebbe sapere come procede la sua growbox nel tempo questa centralina registra tutto quello che succede tramite i sensori.

tramite l’area history quindi avrete sempre accesso alla storia della growbox per tenere sotto controllo temperature nel tempo oppure riscontrare problemi avvenuti durante la vostra assenza.

per arrivare alla storia dei sensori dobbiamo andare in dashboard e in sensor history


Poi selezionare il sensore che desiderate osservare, per esempio il sensore temperatura qui sopra.

potete anche grazie al riquadro superiore selezionare le date oppure se avete un sensore come il nostro, dove sente umidità temperatura e luce insieme selezionare solo le cose che volete vedere tipo la temperatura.

abbiamo cercato di dare più informazioni possibili per questa centralina ma le funzionalità sono veramente infinite e incredibili se la proverete capirete che questa centralina e una manna dal cielo per ogni coltivatori.

in oltre il prezzo e molto basso per quello che può fare nel mercato ci sono centraline che costano due volte questa.

Se avete bisogno di una consulenza oppure di informazioni aggiuntive non esitate a contattarci.

qui potete trovare la centralina

Grazie A Tutti I Lettori E Growers Che Ci Seguono, Se Avete Dubbi O Consigli Scriveteci Sulla Nostra Pagina Facebook ! !
Potete Trovarci Anche Tramite Instagram Dove Postiamo Periodicamente Foto Delle Nostre Coltivazioni
Se Invece Volete Ricevere Tutti Gli Articoli Recenti Vi Basterà Seguirci Su Twitter Facebook Oppure Iscrivervi Alla Newsletter .

! ! ! S T A Y H I G H ! ! !

Non Ci Riteniamo Responsabili Dell’uso Che Farete Di Queste Informazioni I Nostri Articoli Hanno Puro Scopo Informativo, In Italia La Coltivazione Di Cannabis A Basso Tenore Di Thc E Normata Dalla Legge 242 2016 Piu Informazioni Riguardanti La Coltivazione Potete Ricavarle Dalla Nuova Disclaimer

Se Siete Interessati A Normare La Cannabis Ad Alto Tenore Di Thc Qui Trovate Il Gruppo Dedicato

samuel alamia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.