Come pulire la cannabis taglio bagnato

Ciao a tutti in questo articolo vedremo come pulire la cannabis e preparare la pianta per l’essiccatura

Pulire la Cannabis con il Taglio Bagnato

Il taglio bagnato si differenzia da altri metodi perché tutte le operazioni di taglio e pulitura andranno eseguite mentre la pianta e ancora bagnata e fresca ma sopratutto vanno eseguite subito dopo il taglio della pianta stessa.

Preparativi

Per grandi coltivazioni o comunque varie piante diventa utile avere una stanza libera con un filo ad altezza uomo su cui poi appendere la pianta nel processo di pulitura.

per comodità avere un tavolo è indispensabile ma sopratutto varie paia di forbici e del alcool isopropilico per pulire le forbici, le forbici che si andranno ad usare per la pulitura incideranno moltissimo sul tempo che impiegheremo in tutto il processo.

Le forbici più comode per il primo processo di pulitura posso essere lunghe mentre quelle utilizzate per pulire nel dettaglio le cime di solito sono quelle da unghie e diventano comode per eliminare le piccole foglie attaccate alle cime.

Pulire La Cannabis

Si procede con tagliare tutte le piante dalla base ed appenderle al filo che abbiamo nella stanza, naturalmente va considerato che ogni pianta ha bisogno di circa 20 minuti di pulizia nel totale, quindi non riporre più di 20 piante alla volta perché non si riuscirebbero a pulire immediatamente.

La seconda operazione che si fa è eliminare le foglie grandi e medie tagliandole dalla base liberando le cime che presenteranno solo le fogliette più piccole uscire da esse.

Le foglie più grandi che si sviluppano dalla base di ogni ramo andranno tagliate ma bisogna avere l’accuratezza di lasciare un pezzettino del gambo della foglia, in questo modo quando si taglierà il ramo per appenderlo si avrà un incastro naturale per il filo.

Tutte le parti che taglieremo andranno riposte in una scatola di cartone aperta perché possono essere usate per l’estrazione bho.

 

Successivamente si procede a tagliare dalla base ogni rametto quindi dividendo la pianta in varie parti , il taglio va eseguito subito prima del pezzo di gambetto della foglia che abbiamo lasciato in precedenza.

Di solito le foglie sono attaccate prima del fiore quindi basta tagliare qualche centimetro alla base prima del fiore ed il gioco e fatto.

Ora si avranno più rametti di varie lunghezze questi possono essere appoggiati sul tavolo oppure appesi ad un altro filo, bisogna prenderli e pulirli uno ad uno eliminando le fogliette che fuoriescono troppo dalla cima.

Quindi andrebbero eliminate tutte quelle foglie a tre punte che di solito si sviluppano dalla base della cima, per velocizzare il tutto prendere il rametto e partire dal basso arrivando in alto.

Ha questo punto eliminare tutte le punte delle foglie che fuoriescono dalla cima ed il processo di pulizia e finito.

 

Il fatto di eliminare buona parte delle foglie attaccate alla cima migliorerà il sapore del prodotto finale perché le foglie contengono molta clorofilla e nitrati in eccesso che darebbero il classico sapore amaro e ci intossicherebbero senza motivo.

Qualche volta diventa indispensabile per fattori di umidità essiccare tutto con tende drynet in questo caso diventa indispensabile staccare dai rametti ogni cima dopo la pulizia e riporle momentaneamente in una scatola , per farlo basta prendere il rametto e staccare dalla base le cime tagliandole una ad una.

Qui sopra una drynet bella piena di cime…

Anche se staccare le cime non e indispensabile ma dipenderà da vari fattori che potrete leggere nell’articolo come essiccare e conciare la cannabis.

Dopo aver terminato il processo di pulizia si procede con l’essiccare e conciare il tutto, che potete leggere nell’articolo come essiccare e conciare la cannabis.

Grazie a tutti e al prossimo articolo se ti è piaciuto metti un mi piace sulla pagina Facebook la trovi sulla linguetta a destra

Per eventuali errori o domande contattatemi sulla pagina Facebook oppure commentate

Non mi ritengo responsabile dell’uso che farete di queste informazioni la mia guida e i miei articoli sono a puro scopo informativo in alcuni paesi compresa italia l’uso e la coltivazione di cannabis e illegale e punito dalla legge in via penale e amministrativa leggetevi anche la disclaimer

Anche se per mia pura convinzione un uso ricreativo santuario o medico non a fini di spaccio e del tutto lecito e per legalizzare eccovi il link

 

 

nv-author-image

samuel alamia

Rispondi