home » Blog » Olio d’oliva alla Cannabis

Olio d’oliva alla Cannabis

  • 4 min read

Olio d’oliva alla Cannabis – Che cos’è e come produrlo

 

L’olio alla Cannabis è un modo più salutare di aggiungere la vostra erba nei vostri piatti rispetto al burro alla Cannabis.

E’ ovvio che l’olio d’oliva alla Cannabis non può essere fumato, tuttavia per i prodotti culinari rimane il metodo più semplice e pratico rispetto ad altri.

L’olio d’oliva è il miglior solvente per estrarre l’intero spettro della Cannabis, insieme all’etanolo. Entrambi sono in grado di estrarre perfettamente tutti i cannabinoidi e i terpeni contenuti nella Cannabis.

Soprattutto viene consigliata l’estrazione con l’olio d’oliva per terapie ad uso medico.

L’olio d’oliva è economico, non è infiammabile e neppure tossico ma ha l’unico svantaggio di non poter essere ridotto a concentrato.

A differenza del burro alla Cannabis, comunque valida alternativa, l’olio alla Cannabis può essere aggiunto a quasi tutti i piatti salati ed è meno dannoso e più economico.

Ma vediamo il procedimento per produrlo in casa e l’occorrente necessario.

 

(Cannabutter)

 

 

(Spacecake)

Come produrre Olio d’oliva alla Cannabis

 

Questa è la lista dell’occorrente di cui avrete bisogno per preparare l’olio d’oliva alla Cannabis:

  1. Olio extra vergine d’oliva (all’incirca il doppio della quantità di Cannabis a disposizione);
  2. Cannabis, tritata il più fine possibile (all’incirca la metà rispetto all’olio);
  3. Filtro;
  4. Frullatore (o tritaverdure e simili);
  5. Fornello (o bollitore e simili).

 

I procedimenti da eseguire sono semplici.

1) Tritare il più finemente possibile la Cannabis;

2) Dosare le quantità di Olio e Cannabis, in alternativa, prendete un contenitore e riempitelo della Cannabis che avete, a questo punto versateci l’olio fino a che non arriva fin sopra le cime.

3) Riscaldate l’olio a fuoco lento a bagnomaria, senza mai portarlo ad ebollizione, mescolando costantemente. Se sul fondo vedete delle bolle levate dal fuoco e aspettate fino a che si raffredda. Rimettetelo con il fuoco leggermente più basso e aspettate dalle 2 alle 3 ore.

4) Una volta terminato il processo, lasciate raffreddare. Adesso colate tutto, filtratelo e imbottigliate il vostro olio d’oliva alla Cannabis!!

 

L’olio d’oliva  a base di Cannabis si conserva all’incirca per 2 mesi.

 

(Da filtrare)

 

 

 

 

 

 

 

 

Grazie a tutti i lettori e coltivatori che ci seguono, se avete dubbi o consigli scriveteci sulla nostra pagina Facebook ! !
Se vi è piaciuto l’articolo andate a lasciarci mi piace e visitate la nostra pagina Facebook e il nostro sito ! ! !

! ! ! S T A Y H I G H ! ! !

 

Non ci riteniamo responsabili dell’uso che farete di queste informazioni le nostre guide/articoli hanno puro scopo informativo, in alcuni paesi compresa Italia l’uso e la coltivazione di cannabis è illegale e punito dalla legge in via penale e amministrativa leggetevi anche la https://houseofcannabis.it/disclaimer/
Anche se per nostra pura convinzione un’uso ricreativo occasionale o medico e non a fini di spaccio è del tutto lecito e per legalizzare eccovi il link http://freeweed.it/

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.