Vai al contenuto
breadcrumbs home » Articoli » Estrazione Hashish Con Ghiaccio Secco

Estrazione Hashish Con Ghiaccio Secco

Estrazione Hashish con Ghiaccio Secco

 

Tecnica Dry Sift – Che cos’è?

La tecnica di estrazione mediante il ghiaccio a secco (DrySift) consiste appunto nell’utilizzare il ghiaccio secco che, grazie alle sue basse temperature (fino a – 78,6° Celsius), separa le ghiandole di resina dalle cime.

L’hashish estratto con la tecnica Dry Sift, è composto solamente da resina. Consente di ottenere un hash dall’elevata purezza e qualità.

Inoltre, questa tecnica, oltre che essere relativamente semplice è anche 25 volte più veloce dell’hashish estratto con setaccio.

Una volta ottenuto il Kief si può scegliere se consumarlo sia senza farci niente oppure pressandolo e ottenendo cosi dell’hashish di ottima qualità.

 

Occorrente: (quantità e grandezza dei fori dei sacchi a maglia sono variabili)

sacco per estrazione hashish con ghiaccio secco

  1. Due sacchi a maglia, uno da 73 micron (per ottenere un kief dorato) e uno da 160 micron (che tratterrà scarti vegetali e kief di qualità più bassa ma comunque per un hashish ottimo);
  2. Un secchio che riesca a contenere i sacchi a maglia e se possibile che ci si possano “appoggiare” i bordi dei sacchi;
  3. 50 g di Cannabis di alta qualità o scarti vegetali (sarete voi a decidere ma ricordate che i tricomi sono in maggior quantità sui fiori e sugli steli più vicini ai fiori);
  4. 2 kg di ghiaccio secco;
  5. Guanti abbastanza spessi per il ghiaccio secco;
  6. Pinze e martello per rompere e utilizzare il ghiaccio;
  7. Pressa (facoltativa).

 

Produzione Dry Ice Hash

 

Come primo passo vi consigliamo di preparare il ghiaccio secco a “scaglie” o piccoli pezzi per un risultato migliore.

Versare nel sacco a maglia da 73 micron tutto il materiale vegetale/fiori e con l’ausilio delle pinze e i guanti inserire il ghiaccio secco all’interno del sacco.

Il ghiaccio dopo poco tempo a contatto con i tricomi grazie alle sue basse temperature facilita il distaccamento dal fiore/scarto vegetale.  

Inserite il sacco a maglia sopra il secchio avendo l’accortezza di tenere la parte con i foro verso l’alto.

Adesso afferrate il sacco a maglia e, rimanendo sempre attaccati e sopra al secchio, con molta cautela iniziate a scuotere.

Quello sotto al sacco è il vostro kief!!!

scuotere il sacco estrazione hashish con ghiaccio seccoestrazione hashish con ghiaccio secco il kief da 73 micron

Ripetere per 10 secondi e poi 5 secondi di stop fino a che non vedete più kief scendere.

 

Cambiate sacco e passate a quello da 160 micron e ripetete l’operazione, alla fine otterrete un kief di “prima” battitura e uno invece di qualità più bassa ma comunque ottima!!

L’ultima fase, quella facoltativa ma consigliata, è di pressare il prodotto finale in una pressa apposita ed aspettare fino ad ottenere due hashish di qualità ottima e differente!!

 

Se avete domande o consigli contattateci pure in privato e, se vi è piaciuto l’articolo e vi siamo stati d’aiuto, lasciateci un like sulla nostra pagina Facebook!!

Grazie a tutti i lettori!!

 

Non ci riteniamo responsabili dell’uso che farete di queste informazioni le nostre guide/articoli hanno puro scopo informativo, in alcuni paesi compresa italia l’uso e la coltivazione di cannabis è illegale e punito dalla legge in via penale e amministrativa leggetevi anche la disclaimer

Anche se per nostra pura convinzione un’uso ricreativo occasionale o medico e non a fini di spaccio è del tutto lecito e per legalizzare eccovi il link http://freeweed.it/

Bobmarij

Bobmarij

Bobmarij. Attivista Pro Legalizzazione dal 2014 , Distribuisce Informazioni e Cannabis in Tutto il Globo.

Lascia un commento

HouseofCannabis