Essiccazione, Dry Trimming e Concia di Cannabis – Guida pratica e veloce

  • by

Essiccazione, trimming  a secco e concia

 

Partiamo col dire che per ottenere un buon raccolto, in termini di resa e potenza, dobbiamo eseguire: Un essiccazione, un trim e una concia a dir poco perfetti.

Detto questo, arrivato il momento del raccolto e quindi del taglio della pianta, vediamo in cosa consistono queste tre fasi e come affrontarle.

 

 

ESSICCAZIONE 

 

Dobbiamo assicurare una lenta essiccazione per ottenere i massimi risultati per sapore e high.

Per prima cosa vediamo però le condizioni ottimali per l’essiccazione:

  • Ambiente privo di luce (una grow box o grow room sarebbe perfetto);
  • Temperatura intorno ai 21°;
  • Umidità circa 50%.

Prima di iniziare l’essicazione, tagliate le foglie più grandi.

Adesso con le vostre piante pronte, tagliatele il gambo centrale ed appendetele a testa in giù.

Se volete tagliate i rami più grandi per fare fluire meglio l’aria, evitando umidità e quindi muffe e insetti, tra le cime.

Adesso dovrete mantenere i valori ottimali di temperatura e umidità fino a che le cime non saranno pronte.

Questa procedura dovrebbe concludersi in una ventina di giorni ma comunque il metodo migliore per verificarlo è piegare un rametto (di quelli piccoli) e vedere se si spezza (pronta) o se invece si affloscia e non si spezza (ancora da essiccare).

Adesso passiamo alla fase successiva.

 

 

DRY TRIMMING

 

Questa fase può risultare la più noiosa ma è molto importante.

Vi occorre:

  1. Guanti in lattice;
  2. Contenitore dove lasciare il trim;
  3. Forbici da Trim.

Detto questo, procedete a tagliare prima i rami e poi le foglioline che escono dai boccioli  (dette da “zucchero” perché contengono più resina) che danno alla cannabis un sapore peggiore e una fumata pessima.

Finito “l’abbellimento” delle cime preparatevi per la fase successiva: la concia.

 

 

CONCIA

 

Arrivati alla fase finale, prima dell’assaggio delle cime, rimane da conciare.

Avrete bisogno di alcune cose, di seguito l’elenco:

  1. Spazio controllato senza ne luce ne troppa corrente d’aria e asciutto;
  2. Barattoli di vetro con chiusura ermetica (il numero va in base al vostro raccolto) ricordandosi che vanno riempiti solo per 2/3 della loro grandezza.

Adesso inserite le cime nei barattoli di vetro, per 2/3 della loro grandezza in modo da poter rovesciare di tanto in tanto i fiori e per favorire il flusso d’aria tra essi, e riponete i barattoli nel vostro spazio con temperatura tra i 15° e i 20° e un tasso d’umidità del 45/55 % al massimo.

Aspettate una settimana ed aprite, se non sentite strani odori come l’ammoniaca e non vedete muffe, andate avanti così aprendo i barattoli per 10 minuti 1 volta a settimana per 4 settimane minimo.

La concia può durare dalle 4/5 settimane ai 2 anni!!

Quindi più aspetterete, tenendo sotto controllo i valori ottimali, e più avrete maggiori risultati in termini di sapore e odore.

Finita l’attesa potrete gustarvi la vostra Cannabis!!

 

 

Speriamo di esservi stati d’aiuto, se avete qualche domanda/consiglio da farci scriveteci in privato sulla nostra pagina Facebook ! !

Se vi è piaciuta questa guida e avete voglia, andate sulla nostra pagina Facebook e lasciateci Like ! ! !

 

!  !  !  S T A Y  H I G H  !  !  !

 

Non ci riteniamo responsabili dell’uso che farete di queste informazioni i nostri articoli hanno puro scopo informativo, in Italia la coltivazione di cannabis a basso tenore di thc e Normata dalla legge 242 2016 piu informazioni riguardanti la coltivazione potete ricavarle dalla nuova Disclaimer

Se siete interessati a Normare la cannabis ad alto tenore di thc qui trovate il gruppo dedicato .

 

 

 

nv-author-image

Rispondi