Vai al contenuto
breadcrumbs home » Articoli » Come Seccare e Conciare La Cannabis

Come Seccare e Conciare La Cannabis

In questo articolo spiegheremo come seccare, conciare e conservare correttamente la cannabis industriale.

In questo tipo di lavorazione bisogna armarsi di pazienza, le prime volte si tende sempre a togliere tutto troppo presto

Ma bisogna saper aspettare perché questa e la fase più importante .

Togliendo troppo presto dalla seccatura il sapore sarà amaro, nel corso del tempo si formeranno muffe e sarà tutto da buttar via nel giro di poco tempo.

Togliendo tardi il peso ne risentirà di molto e il materiale si seccherà troppo, per questo e fondamentale avere dei parametri su cui basarsi per la seccatura.

Preparazione dello spazio per Essiccare

box seccatura

Dopo aver tagliato la pianta possiamo preparare il luogo di seccatura ,la scelta del luogo deve essere considerata in base alla quantità di materiale. 

Per Essiccare Piccole Quantità si puo usare semplicemente un Armadio o una Growox di giuste dimensioni , il metodo puo essere quello di appendere le piante intere come in foto qui sopra.

Stendiamo dei fili orizzontali in alto ad una distanza di 5cm l’uno dall’altro e appendiamo a testa in giù i rametti incastrandoli in quella v che abbiamo lasciato nel taglio del rametto.

Altrimenti potete usare sempre nello spazio una rete essiccatrice come questa in foto

La rete e molto comoda perché consente  di mantenere il materiale ben areato.

Inoltre con la rete potete pulire il materiale prima a mano togliendo foglie e poi essiccarlo.

potrete anche dividere il materiale in varie genetiche se avete messo più piante in modo da non confondervi.

Per Essiccare Grandi Quantità e invece indispensabile avere stanze perfettamente allestite, in entrambi i casi si puo optare per l’utilizzo di fili dove appendere le piante intere oppure di fili dove appendere le reti per essiccazione.

la scelta delle reti e sempre il miglior modo per essiccare il prodotto in quanto il prodotto viene pulito prima di essiccarlo e questo consente di avere un prodotto migliore.

nella foto qui sotto potete vedere la nostra stanza di essiccazione allestita.

In Questa stanza di essicazione sono state aggiunte 10 reti di due metri per un metro di larghezza

La stanza e stata adeguatamente preparata con un pulizia delle pareti per eliminare eventuali muffe e dopo stata sterilizzata con un generatore di ozono per Growbox.

Le reti sono state appese ad un filo di acciaio che abbiamo fissato da parete a parete del corridoio.

inoltre nella stanza sono stati inseriti ventilatori per il ricircolo dell’aria e un deumidificatore con igrostato e accensione automatica

in fine sono stati formati due fori un per l’aria in entrata e uno pe l’aria in uscita collegato al deumidificatore.

Ogni rete contiene circa 5 kg di materiale fresco per un totale di 50KG di fresco a ciclo.

Quindi come abbiamo detto e molto importante Preparare bene l’area dove posizionare le cime, più cime abbiamo e più grande dovrà essere il luogo per l’essicazione 

Setting dello Spazio Per Seccare

Passiamo ora a come dovrebbe essere gestito lo spazio delle seccatura.

La temperatura dello spazio di essicazione deve essere compresa fra 20 e 25 gradi massimo , se siete in estate il deumidificatore porterà le temperature a livelli accettabili. 

L’umidità non sopra il 65% altrimenti potrebbe ammuffire, per evitare questo problema utilizzate un deumidificatore con accensione ad igrometro che mantenga stabile anche l’umidità

Per un essiccatura perfetta e utilissimo mantenere l’umidità al 62 % con un deumidificatore e regolatore di igrostato.

se volete fare più in fretta oppure avete cime molto grandi potete settare l’igrostato su 50% ma ricordate che la fretta non e mai una buona cosa in questa procedura.

E importante avere un ricambio d’aria durante l’arco della giornata nella stanza, se usate un deumidificatore potere usare la sua uscita dell’aria calda e mandarla fuori dalla stanza, in questo modo nuova aria dovrà entrare.

in alternativa usate un buon aspiratore e sopratutto un buon ventilatore per far circolare l’aria ed evitare ristagni di umidità, non puntate in ventilatori sulle cime.

Per la seccatura ci vorranno dalle 2 settimane ad un mese poco più con temperature basse tipo 20 -25 gradi.

Quando passare il Materiale in Concia o Pulizia finale

Quando si secca il materiale con rami appesi cioè a pianta intera.

Bisogna lasciarle appesi i rametti oppure la pianta fin quando i gambi non scoloriscono dal verde al giallo e piegandoli devono spezzarsi e non piegarsi.

Solitamente quando si secca in questo modo il gambo fa un classico (scroocc) che ci fa capire che il ramo e secco e di conseguenza anche il fiore.

e meglio non aspettare troppo in queste situazioni sopratutto se si deve passare il materiale in un Tumbler a secco per la pulizia finale delle fogliette.

Per la Seccatura con Reti invece il discorso e molto diverso.

solitamente si porta il fiore in concia quando e rimasto solo il 35% di umidita relativa nel fiore, vedere questa cosa ad occhio comporta parecchia esperienza.

Ma di solito quando il fiore non é bagnato al tatto e quando si prende e schiaccia rimane nella forma che gli abbiamo dato allora e pronto.

come detto e una cosa relativa e quindi per aiutarsi in questa decisione possiamo usare degli igrometri per legno.

Questo tipo di igrometro ha due punte con cui possiamo conficcare le cime.

e un tipo di igrometro usato per legno e che troverete disponibile da qualche Growshop della nota marca Trimminator attrezzi per la pulizia dei fiori di cannabis.

Come vedete questo fiore presenta un valore di WME Di 9


La tabella WME invece ci da dei valori di riferimento parlando di legno

il valore ottimale di seccatura corrisponde tra 9 e 10,5 che esattamente un valore di umidita dell’aria di 55 60% e quindi un valore di umidita del legno compreso fra 35 e 40%

Quindi con questo apparecchio andremo a raccogliere e passare in concia le cime che avranno un valore inferiore a 10,5.

Considerazioni sul peso Da Tenere a Mente

In questa fase si perderà la maggior parte del peso dal 70 al 60 % in base a quanti prodotti abbiamo dato, alla compattezza dei fiori e al fenotipo utilizzato

Quindi se avevamo 100g di materiale fresco avremo 10/40 gr di materiale essiccato pronto

Nelle prossime due foto sotto si può vedere la perdita di peso media che ho testato per curiosità su due cime, una grande e una piccola.

Il risultato e stato una perdita media del 64% di peso da fresco, e chiaro che se il materiale é attaccato ai rami questo parametro diventa molto differente.

Fine Seccatura Preparazione per Concia o Pulizia

Nel caso in cui abbiate optato per la Seccatura con Rami Appesi e state raccogliendo basterà togliere delicatamente i rametti dallo stendino , successivamente tagliare tutti i fiori dal gambo se ci sono molti fiori uniti e meglio separarli per evitare la muffa.

Passarli nel Tumbler e poi metterli in concia cosi come sono.

i gambi teneteli da parte possono essere usati per qualsiasi cosa se ne avete molti come da noi potete anche farci dei mattoni non si sa mai che vi serva un muro in più..

Mentre nel caso abbiate optato per una Seccatura con Reti potete metterli direttamente dentro i barattoli.

Concia

La concia e la parte in cui la cannabis migliora il suo sapore e aspetto ma anche la potenza e l’effetto sono differenti, la concia e a tutti gli effetti una stagionatura del prodotto.

Dopo aver seccato tutto si può direttamente consumare la cannabis, ma per per avere il migliore risultato in termini di gusto ed effetto bisogna fare almeno un altro mese di concia.

Concia in Vetro

Il metodo più utilizzato per conciare e quello del vasetto di vetro, si mette la cannabis in un vasetto di vetro con delle buste fatte apposta , come le buste Boveda al 62 % di umidità.

Si apre il vasetto ogni giorno e si fa circolare l’aria per qualche minuto e si smuove un pò la cannabis dentro il vasetto, tutto questo per un mese.

Nella concia potrete imbattervi nella muffa puo succedere se tenete i barattoli chiusi per troppo tempo e la cannabis e ancora troppo umida, oppure se mettete la cannabis troppo presto nel vasetto.

Un buon metodo per accorgersi di questo problema e usare un igrometro molto piccolo da inserire nei vasetti tipo questo in foto qui sotto

Questa in foto e la nostra cannabis e come potete vedere un vasetto aveva raggiunto l’86 percento di umidità quella cannabis li e rimasta aperta più tempo delle altre perché rischiava la muffa.

Ma non e servito a nulla ed e stata buttata perché alla fine e bastata una giornata o due con quella umidità e le spore si moltiplicate infatti e visibile al centro del vasetto lo scuro che crea la muffa di solito porta il colore dal verde al marrone.

Gli altri vasetti invece che avevano un umidità massima del 60% 70% non hanno avuto problemi e hanno conservato sapore aromi e il colore originale.

Per questo e importante quando inserite la cannabis nel vasetto inserire anche l’igrometro e vedrete subito nel primo giorno se l’umidita con il Boveda al 62 sale troppo allora bisogna tirarla fuori immediatamente, rimetterla in secca perché e troppo presto.

un altra buona norma e non riempire i vasetti più del 70% non fateli colmi.

Concia In Bidoni

La concia puo anche essere fatta in bidoni di plastica alimentari.

Questi Bidoni alimentari li trovate su amazon.

sono molto comodi perché hanno un tappo ermetico con cui potete sigillare il materiale.

di solito si usa questa opzione per grandi quantità di prodotto.


Nel bidone possiamo inserire un piccolo igrometro per controllare l’umidità vale la stessa regola dei barattoli di vetro umidita interna non più del 65%.

se un bidone risulta più umido degli altri e possibile rimettere il materiale in rete oppure posizionarlo nella stanza di seccatura con umidita più bassa per farlo calare un pò.

i bidoni vanno conservati quindi in un ambiente idoneo con umidita e temperatura basse.

Conservazione

Che usiate bidoni o barattoli di vetro il metodo di conservazione non cambia finita la concia che puo durare da un mese a 6 mesi circa tutto il materiale andrà imbustato sotto vuoto per una più lunga conservazione.

Conservare sempre al buio totale in una stanza fresca e una buona norma, si possono conservare i materiali anche nel frizzer per alimenti secchi sono frizzer particolari in dotazione ad alcune attività.

quelli di casa e meglio non usarli perché creano condensa.

Come abbiamo Visto se si vuole procedere a questo tipo di lavorazione in modo professionale servono parecchie attrezzature e molta conoscenza della materia, ma tutto questo sarebbe inutile farlo su fiori raccolti nel modo sbagliato.

E qui trovate un articolo su Quando Tagliare la Cannabis

Se invece volete sapere come pulire il fiore Prima di metterlo Sulle reti qui c’è un altro articolo.

Aggiornato 17/10/2022

Grazie a tutti i lettori e coltivatori che ci seguono, se avete dubbi o consigli scriveteci !
Se vi è piaciuto l’articolo andate a lasciare mi piace sulle nostre pagine social ! ! !

! ! ! S T A Y H I G H ! ! !

Non ci riteniamo responsabili dell’uso che farete di queste informazioni i nostri articoli hanno puro scopo informativo, in Italia la coltivazione di cannabis a basso tenore di THC e Normata dalla legge 242 2016 più informazioni riguardanti la coltivazione potete ricavarle dalla nuova Disclaimer

Se siete interessati a Normare la cannabis ad alto tenore di thc qui trovate il gruppo dedicato .

Bobmarij

Bobmarij

Bobmarij. Attivista Pro Legalizzazione dal 2014 , Distribuisce Informazioni e Cannabis in Tutto il Globo.

HouseofCannabis