home » Blog » Come Scegliere e Allestire Una Growbox

Come Scegliere e Allestire Una Growbox

  • 10 min read
growbox 60x160 completa

Come Allestire Una GrowBox

Ciao a tutti In questa guida vedremo come allestire una GrowBox, parleremo in particolare di alcuni punti chiave: Lampade , Ventilazione , Umidita ed Estrazione degli Odori per un cultivo al top!

La Growbox e una parte importante del cultivo indoor questo perche le piante hanno bisogno di crescere in un’ambiente simile a quello da cui derivano la natura!

Simulare la natura e il punto chiave! questo puo essere fatto solo in un ambiente chiuso come una growbox dove ogni apparecchio e la stessa growbox hanno una funzione regolatrice.

Ormai e anche vero che la maggiorparte delle piante da indoor sono abituate a crescere in un ambiente simulato sopratutto se si parla di autofiorenti e femminizzate questo perche vengo cresciute e ibridate proprio in questo tipo di sistema.

Detto tutto questo partiamo con la guida

La GrowBox Come Sceglierla

                                                 

Partiamo dalla parte piu importante la growbox sembra solo un pezzo di tela con due ferri all’interno in realta ha molte funzioni che non vanno dimenticate.

la prima funzione è che essendo una specie di scatola è possibile creare un ambiente isolato con temperatura e umidità diverse dalla stanza circostante.

Un altra funzione della growbox è quella di riflettere la luce siccome per coltivare indoor si usano lampade che consumano un casino di corrente, un punto chiave è trattenere la luce e direzionarla sulle piante senza disperderla.

Per non disperdere la luce la growbox e fornita di un telo interno che la riflette e non la fa penetrare all’esterno in alcune growbox questo telo e grigio di solito milar, altrimenti un telo bianco lucido.

Il bianco lucido e meglio del milar grigio tipo specchio, perche la luce si dissipa meglio in tutta la growbox ma cmq tutti e due i teli hanno un ottima riflessione.

Un altra cosa importante e che incide sulla growbox e il telo esterno questo telo fa parte della struttura del box per questo è importante che sia resistente tipo maglie incrociate, questo tipo di telo si trova nelle growbox di fascia altae media.

Comodità è un’arte importante perche dobbiamo ricordarci che dovremo entrarci spesso o cmq aprirla ogni tanto , per questo è importante che abbia una buona apertura e che sia possibile tenere la porta della tenda aperta con un gancio apposito.

La struttura della box e solitamente di ferro oppure alluminio in tubi , nelle growbox di fascia media sono disonibili due o tre tubi ad incastro aggiuntivi per attaccare le lampade e gli estrattori non sono indispensabili ma sono molto comodi.

L’ultima cosa da cosiderare sono le entrate per l’aria e molto importante che queste siano abbastanza capienti e resistenti, solitamente hanno una specie di regolazione a filo per incastrare a pennello tubi di estrattori.

Detto tutto questo esistono growbox per ogni tasca e di ogni misura , Piccola parentesi piu e grande la box e piu avra una produzione! pero non dimentichiamoci che andra anche allestita e i costi aumenteranno.

 

Come Allestire Una GrowBox

 

Allestire una growbox non e difficile, per montare gli apparecchi si impiegano all’incirca qualche ora quindi prendetevi un po di tempo libero.

Solitamente le growbox hanno un pacchetto di istruzioni per il montaggio tutto il resto ve lo dico io oppure potete chiederlo dal growshop in cui avete deciso di acquistare il necessario.

Partiamo dal necessario

  1. La growbox
  2. Un estrattore per l’aria calda e il ricircolo
  3. Un umidificatore non è indisensabile ma è molto utile!
  4. Un’impianto di illuminazione adatto alla coltivazione
  5. Dei vasi oppure un sistema di cultivo idroponico su misura
  6. Una ciabatta per attacare gli apparecchi elettronici e alcuni timer elettronici
  7. Un ventilatore per simulare il vento e far circolare l’aria all’interno e sopratutto rinforzare la pianta
  8. Un filtro con carboni attivi per eliminare gli odori nel periodo di fioritura.

Queste sono tutte le attrezzature che sono necessarie per avere una growbox a regola d’arte il deumidificatore, il filtro con carbone attivo e il ventilatore possono essere acquistati successivamente se avete un badget ridotto.

 

Parliamo Di Estrattore per aria

L’estrattore per l’aria calda e una parte importante della growbox questo perche serve a eliminare l’aria calda che viene creata da lampade e apparecchiature interne , l’estrattore per l’aria ha pure una funzione di ricircolo del’aria.

E molto importante schegliere un aspiratore adatto alla grandezza della growbox per farlo basta fare un calcolo molto semplice prendere i metri cubi della box e moltiplicare per 70, il valore che esce sara il valore della portata di aria che ci serve.

Quindi con un metro cubo di growbox un aspiratore da 70 metri cubi all’ora sara piu che necessario, un altra cosa da cosiderare e il rumore! perche rimarrannno accesi per molte ore al giorno se non sempre!

Per questo esistono aspiratori silenziati e condotte dello stesso genere , chiaramente hanno un costo ben diverso da quelli rumorosi .

 

Umidificare e Molto Utile in Vegetativa

Come dice il titolo puro e semplice umidificare e molto utile in vegetativa pero non e indispensabile.

Avere un ambiente umido serve a mantenere il vigore della pianta , le foglie in un ambiente umido disperdono meno ancqua tramite termo regolazione per questo ci sara piu acqua disponiblie .

Addirittura le foglie in uno stato di alta umidita possono assorbire l’acqua dispinibile nell’aria e quindi mantenere il vigore fogliare il piu stabile possibile, foglie sane piu fotosintesi e piu produzione.

Una buona umidita relativa in vegetativa puo essere fino dal 70 al 80 % nella parte bassa della pianta bisogna pero fare attenzione alle muffe che si possono formare in ambiente umido per questo e bene attivare l’umidifcatore soltanto poche ore al mattino.

Non ci sono molte alternative per umidificare il meglio e un umidificatore come puo essere il cornwall da 20x20x40 cm non occupa molto spazio e funziona molto bene.

Molto importante utilizz are acqua distillata oppure osmotizzata per tutti gli umidificatori.

Impianto Di Illuminazione per coltivare

 

l’impianto di illuminazione è una cosa fondamentale da questo deriva la quantita di energia che forniamo per la fotosintesi alla pianta e quindi la produzione che avremo a fine raccolto.

Esistono molti tipi di illuminazione e potete farvi un idea piu dettagliata qui in ogni caso vi daro 4 indicazioni semplici per inziare.

Abbiamo quindi 4 tipi di illuminazione

  1. le cfl e neon possono essere usate per piccoli box max 60X60X120
  2. le hps sono sistemi di illuminazione professionali hanno un basso prezzo e una buona resa
  3. le dubleended sono sistemi di illuminazione dal medio costo e hanno un ottima resa
  4. le led sono sistemi di illuminazione professionali hanno un alto costo e una massima resa

Passiamo ora la vattaggio che andra utilizzato , e chiaro che piu watt di luce si mettono e meglio sara la produzione c’e cmq un limite che non va superato oltre il quale non si puo andare senza alzare troppo la temperatura nel box.

  • Growbox da 60X60X140 puo contenere 150 Watt hps oppure 250 Watt con cool tube, mentre una led fino a 200 Watt.
  • Growbox da 80X80X160 puo contenere 250 Watt hps oppure 400 Watt con cool tube, mentre per una led 250/300 Watt.
  • Growbox da 100X100X200 puo contenere 400 Watt hps oppure 600 Watt con cool tube, mentre con i led 450 Watt
  • Growbox da 120X120X200 puo contenere 600 Watt hps oppure 1000 Watt con cool tube, mentre con led al massimo 600 Watt

Come Gestire lo Spazio

Le tecniche più diffuse sono le seguenti : SOG , SCROG o tradizionale possiamo semplifficare il concetto in questa maniera, per quanto riguarda il SOG il principio si basa sulla quantità di piante con un basso litraggio e tempi vegetativi molto brevi se non inesistenti, in genere si considera per pianta da un 15×15 a un massimo di 25×25.

Invece per quanto riguarda lo SCROG il principio è l’inverso rispetto al SOG, ovvero meno piante piu vegetativa e un litraggio maggiore per i vasi, in genere si considera un 60X60 per ogni pianta.

Nella tecnica tradizionale in genere si considera un 40X40 Cm per ogni pianta con un tempo vegetativo di tre settimane oppure si contano 4 internodi.

Per calcolare la fase vegetativa si parte dal primo di palco di foglie vere quindi quelle successive ai cotiledoni.

 Come Preparare la GrowBox

La Preparazione della Growbox e una cosa da fare con calma solitamente si prepara la box poi si montanto tutte le prese su estrattori e si preparano i timer.

I timer sono indispensabili per regolare il clima interno e la luce, se si parte con femminizzate bisognera partire regolando il timer delle lampade a 18 ore accese e 6 ore spente questo per partire con il ciclo di fioritura

Dopo un mese andra poi cambiato.

Successivamente andrà impostato il timer per l’estrattore , per questo timer la prassi e tenerlo accesso per tutte le ore di luce e attivarlo ogni tanto durante il ciclo notturno, esistono poi estrattori con regolazione automatica di temperatura e quindi anche attivazione .

I ventilatori non vanno timerizzati e meglio lasciarli sempre accesi per smuovere l’aria nelle ore diurne e eliminare un po di umidità accumulata anche nelle ore notturne.

E utile mettere un timer su umidificatori per razzionare le ore di umidità calcolando una media ottimale.

Come sempre se non sapete proprio dove andare 😉 Shop

Non ci riteniamo responsabili dell’uso che farete di queste informazioni le nostre guide/articoli hanno puro scopo informativo, in alcuni paesi compresa italia l’uso e la coltivazione di cannabis è illegale e punito dalla legge in via penale e amministrativa leggetevi anche la disclaimer

Anche se per nostra pura convinzione un’uso ricreativo occasionale o medico e non a fini di spaccio è del tutto lecito e per legalizzare eccovi il link http://freeweed.it/

samuel alamia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.