Vai al contenuto
breadcrumbs home » Articoli » Come ottenere Delle talee di Cannabis in Terra

Come ottenere Delle talee di Cannabis in Terra

Talee di Cannabis – che cosa sono?

 

Se si vuole conservare la genetica di una particolare pianta o ottimizzare la coltivazione dobbiamo passare alla clonazione.

Produrre talee (cloni di una pianta madre) è piuttosto semplice e può offrire al coltivatore molti vantaggi.

Ma quali sono i vantaggi di una clonazione della pianta?

VANTAGGI DELLA CLONAZIONE

I cloni sono una parte della pianta con il suo stesso identico patrimonio genetico.

Quando piantiamo 10 semi, non tutte le piante crescono per stessa altezza o raccolto, quindi se noi trovassimo la pianta dalle caratteristiche ideali e volessimo preservarle dovremmo fare dei cloni della stessa. Per questo la clonazione è vantaggiosa!!

Ma grazie a questa tecnica di riproduzione vegetale, tenendo un esemplare da sfruttare come pianta madre, potremmo salvaguardare il patrimonio genetico della pianta producendo molti cloni!!

La pianta madre è una pianta di Cannabis mantenuta in fase vegetativa (18 ore di luce al giorno) da cui si producono cloni e non si fa mai passare alla fase di fioritura.

Grazie a questo metodo, otterremo sempre infiorescenze da piante identiche alla pianta madre e con le stesse identiche caratteristiche.

 

PROCEDIMENTO

 

Ovviamente per procedere con la parte pratica dovrete pensare all’occorrente, ma, le tre cose fondamentali sono:

  1. Pianta madre da cui prelevare il clone (pianta femmina cosi da non dover aspettare il tipo del sesso ed eliminare un eventuale maschio);
  2. Spruzzino;
  3. Lama di rasoio (sterilizzata);
  4. Semenzaio;
  5. Mini serra delle dimensioni giuste per il semenzaio;
  6. Ormoni radicanti.

 

Una volta che la pianta madre sarà cresciuta sana e rigogliosa sarà pronta per essere clonata. Dovrete ridurre i livelli di azoto nella pianta evitando di concimarla 5-7 giorni prima del taglio dei cloni. Inoltre per tutta la settimana precedente al taglio dovrete nebulizzare con lo spruzzino, l’acqua, sulla pianta madre. Cosi facendo ridurremo l’azoto e la probabilità della crescita di fogliame al posto delle radici. Pronta la pianta madre procedete preparando il substrato destinato al semenzaio (terriccio, lana di roccia, ecc..). Prendete 5/10 L di acqua (va bene qualsiasi quantità) a PH 6,5/6,6. In maniera omogenea versare nel substrato preparato precedentemente. Eliminate l’acqua in eccesso e riempite il semenzaio con il substrato. Con un bastoncino poco più largo (diametro) della talea tagliata praticate un foro nel mezzo al substrato stando attenti a non arrivare al fondo del semenzaio.

Se come substrato usate la lana di roccia immergete i blocchi in acqua a PH 6,0/6,5 per tutta la notte e dopo che l’acqua in eccesso sarà fuoriuscita, piantate le talee.

Cercate di riparare i cloni dal vento e dalla luce intensa per evitare lo stress idrico.

Adesso con la serra sterilizzata, il substrato per i cloni preparato e la pianta madre pronta al taglio, selezionate una porzione di ramo (di almeno 10/15 cm) con una coppia di internodi e foglie sane.

 

Usando la lama del rasoio, tagliate le foglie del primo e del secondo internodo inferiore, a 45°.

Una volta tagliati immergete subito la parte della talea recisa nel radicante per 20 secondi circa. A questo punto, delicatamente, adagiate i cloni nei fori preparati precedentemente nel substrato e nebulizzate. Chiudete la serra e lasciate al buio per 12 ore.

 

 

 

 

 

 

Trascorse le 12 ore trasferite la serra nella stanza di coltivazione e date un’illuminazione di 18 ore di luce e 6 di buio. mantenete la temperatura tra i 20/27°. E ogni 12 ore per nebulizzare aprire la mini serra.

E molto importnante pulire ogni tanto la serretta trasparente magari ogni 3/4 giorni con della candeggina per evitare che si formi la muffa

 

Dopo 10/15 giorni dovrete osservare le talee, capendo cosi, quali sono sane e quali no. Eliminate quelle marce o con evidenti sengni di muffa

Mantenere temperatura e nebulizzare 2 volte al giorno fino ad una evidente crescita vegetativa.

Una volta sviluppato l’apparato vegetale, le talee, saranno vere e proprie piante avendo bisogno cosi di una corretta concimazione. Quindi potrete passare alla fase di fioritura o farle crescere fino all’altezza desiderata!!

 

 

Grazie a tutti i lettori e supporter, speriamo di esservi stati d’aiuto e se avete qualche consiglio/dubbio o chiarimento scriveteci in privato sulla nostra pagina Facebook !!

Se vi è piaciuto l’articolo e vi va, lasciateci un Like su Facebook !!  S T A Y   H I G H  ! ! !

Non ci riteniamo responsabili dell’uso che farete di queste informazioni le nostre guide/articoli hanno puro scopo informativo, in alcuni paesi compresa italia l’uso e la coltivazione di cannabis è illegale e punito dalla legge in via penale e amministrativa leggetevi anche la disclaimer

Anche se per nostra pura convinzione un’uso ricreativo occasionale o medico e non a fini di spaccio è del tutto lecito e per legalizzare eccovi il link http://freeweed.it/

Bobmarij

Bobmarij

Bobmarij. Attivista Pro Legalizzazione dal 2014 , Distribuisce Informazioni e Cannabis in Tutto il Globo.

Lascia un commento

HouseofCannabis