Vai al contenuto
breadcrumbs home » Articoli » carenze della cannabis come trattarle

carenze della cannabis come trattarle

La seguente guida è un riferimento per la coltivazione di cannabis in tutte le sue forme.

questo articolo e molto lungo e vi consiglio di prendervi un pò di tempo per leggerlo, anche se spiega tutto quello che ce da sapere.

Non hai tempo? nessun problema niente di più semplice scrivimi su Whatsapp oppure allo stesso numero su Telegram inviami foto della pianta intera e foto delle foglie e ti darò la soluzione 😉

Ora partiamo.

la cannabis come le persone ha bisogno dei propri elementi per crescere e prosperare.

Ogni elemento deve essere assorbito nel giusto modo ed essere disponibile nel suolo o nella soluzione idroponica nel giusto rapporto.

Se un elemento non viene assorbito oppure non risulta disponibile si provoca una carenza di elementi nella pianta.

Inizialmente le carenze possono danneggiare lievemente le piante e questo è visibile dal cambiamento di colore delle foglie, con il tempo sicuramente porteranno ulteriori problemi e rese inferiori in produzione.

Tali carenze o eccessi possono essere risolti in vari modi in base al tipo di carenza o eccesso rilevato.

Come Riconoscere le carenze della cannabis

In generale partiamo dal sintomo che si vede generalmente sulle foglie.

Osservando attentamente la tabella soprastante noterete che alcune carenze sviluppano dei punti o macchie, un esempio sono le carenze di: fosforo, potassio, manganese e calcio.

Queste 4 carenze hanno macchie differenti e quindi saranno distinguibili fra di loro.

Mentre altre invece colpiscono il colore della foglia , quando abbiamo troppo colore si tratta di eccessi.

Mentre quando il colore tende al giallo si tratta di carenze, per riconoscere le carenze che scoloriscono la foglia basta osservare da che punto iniziano a scolorire.

esempio la carenza di azoto scolorisce le foglie per intero ma tende a lasciare il centro della foglia più verde.

mentre quella di magnesio o di ferro tendono a scolorire la parte interna della foglia, in questo caso se scendete fino a i due paragrafi dedicati potrete verificare se ci sono delle corrispondenze con gli effetti notati sulla pianta

Cosa causa una Carenza o Eccesso

Le cause più comuni sono una mancanza di controllo da parte del coltivatore non basta mettere una seme nel terreno e dare acqua come spesso si pensa, bisogna conoscere alcune cose per poter coltivare correttamente e non avere problemi.

vi consiglio di leggere le guide sulle coltivazioni complete, esempio come coltivare indoor, come coltivare in terra oppure come coltivare in idroponica spiegano bene come non avere problemi nei vari metodi di crescita.

Cause Più Comuni per le carenze della cannabis

  • Se la temperatura è troppo bassa sotto i 10, provoca un eccesso di azoto e altri nutrimenti
  • Una temperatura troppo alta superiore a 35 con umidità 30% provoca asfissia e carenze di macronutrienti.
  • se il PH è troppo basso o troppo alto provoca carenze ecco la tabella dei (ph della terra) qui ( ph idroponica)
  • EC se troppo basso per la fase in cui ci troviamo provoca carenza qui ce tabella (ec  terra) qui  (ec idroponica Aeroponica)
  • Se la EC è troppo alta per la fase in cui ci troviamo, provoca un eccesso di fertilizzante.
  • Se diamo i nutrienti sbagliati o inutili, ecco i fertilizzanti per ogni fase della pianta.
  • Se non diamo fertilizzanti di base sempre qui
  • Un’umidità inferiore a 50% o 30% può causare una carenza dovuta a troppa sudorazione
  • In assenza di luce adeguata, i nutrienti non vengono assorbiti nel modo giusto e se ne ha un eccesso.
  • In una situazione di luce spropositata si possono formare delle carenze di micro elementi Come Calcio e Magnesio esempio lampade led molto forti.
  • Tester con calibrazione errata ricordate di calibrare i tester ogni tanto, i due link per calibrarli tester ph e tester  ec

Le soluzioni più comuni

  • Per la coltura idroponica  Rifare la soluzione nutritiva da capo molto spesso e l’unica soluzione.
  • Per  la coltura idroponica  Aggiungere un elemento nella soluzione nutritiva
  • Per tutti gli eccessi  Sciacquare il terreno o il substrato con acqua demineralizzata o allungare la soluzione idroponica.
  • Per Tutte le carenze Regola il PH al giusto livello e dai un pò di nutrimento
  • Per Tutti i metodi di coltivazione  Abbassare o Alzare EC in pratica dai del nutrimento o toglilo
  • Per la coltivazione indoor Alza/abbassa la temperatura un buona temperatura tiene in forma le piante 20-30 gradi é l’ideale
  • Per la coltivazione indoor Aumentare/abbassare l’umidità anche l’umidita deve essere controllata, sopra tutto per evitare muffe in fioritura 60% l’ideale
  • Per la coltivazione indoor usa lampade adeguate o metti la pianta in un punto in cui prende la giusta luce diretta ne troppa ne poca.

Nutrimenti Mobili e non mobili

Nella tabella Qui sotto Potete vedere quali siano i nutrimenti di cui la cannabis ha bisogno come per tutte le piante.

ELEMENTO (Simbolo)MOBILITÀ NELLA PIANTACARENZA NUTRITIVA RILEVATA IN
Azoto (N)MobileFoglie vecchie
Fosforo (P)MobileFoglie vecchie
Potassio (K)MobileFoglie vecchie
Calcio (Ca)ImmobileFoglie nuove
Zolfo (S)ImmobileFoglie nuove
Magnesio (Mg)MobileFoglie vecchie
Ferro (Fe)ImmobileFoglie nuove
Manganese (Mn)ImmobileFoglie nuove
Boro (B)ImmobileFoglie nuove
Molibdeno (Mo)ImmobileFoglie nuove
Zinco (Zn)ImmobileFoglie nuove



A cosa serve sapere questo?

e molto semplice i nutrimenti mobili colpiscono le carenze partendo dalle foglie grandi , mentre quelli non mobili li colpiscono partendo dalle foglie piccole.

Tra questi basti ricordarsi macronutrienti azoto fosforo e potassio insieme a magnesio sono gli unici tre macronutrienti a colpire per primi le foglie grandi.

e quindi sarà più facile riscontrare le carenze da questo aspetto.

Questo non vuole dire pero che tutta la pianta potrebbe essere colpita sia sulle foglie grandi che sulle piccole con il tempo.

Come effettuare la correzione e cosa aspettarsi

Quando viene trovata la carenza e viene effettuata la correzione i risultati non sono sempre facili da vedere

Innanzitutto non cercare miglioramenti nelle foglie già malate nella fase finale perché non miglioreranno.

per vedere se c’è un miglioramento bisogna guardare le parti della pianta dove il sintomo è appena comparso o vedere se le nuove parti della pianta mostrano di nuovo lo stesso sintomo.

inoltre la guarigione dalle carenze puo comportare almeno una settimana di stallo della pianta, in questo tempo la pianta rimarrà ferma.

se avrete trovato la giusta carenza e la avrete risolta con il giusto metodo vedrete che le vostre piante torneranno a crescere velocemente e con forte vigore, non mostrando più i segni se non sulle foglie già colpite.

in caso alternativo vedrete continuare la pianta con la dimostrazione di una carenza, dovrete aver pazienza e controllarle ogni due giorni circa per almeno due settimane.

nelle piante in idroponica/aeroponica l’impatto delle modifiche avrà un effetto immediato in ogni caso servirà tempo per notare dei miglioramenti.

di seguito ci sono gli elementi con le foto, separati per cause, effetti e soluzioni.

MACRONUTRINETI E CARENZE

I macronutrienti sono Azoto Fosforo e Potassio

Carenze di azoto Simbolo (N)

Le prime foto sono di una carenza di azoto all’inizio della fase vegetativa la terza foto all’inizio della fioritura

L’azoto è un macronutriente un elemento fondamentale per la pianta è richiesto in grosse quantità dalle piante di cannabis in fase vegetativa.

mentre e meno richiesto nella fase di fioritura, avere piante ricche di azoto porterà una crescita cespugliosa e vigorosa in vegetativa.

Mentre in fioritura comporterà internodi più stretti e fiori di maggiori dimensioni.

avere però troppo azoto nella fase di fioritura avanzata comporterà un sapore più chimico, per questo è un bene avere una carenza di azoto nelle ultime due settimane di vita della pianta prima di raccogliere.

saper gestire l’azoto e fondamentale per avere raccolti promettenti

Sintomi

  1. le carenze di azoto di solito iniziano dal basso o sulle foglie vecchie e grandi
  2. le foglie ingialliscono dalla punta verso il centro
  3. ma possono anche diventare blu o viola insieme all’ingiallimento
  4. non intacca le nervature della foglia vicino al nodo fogliare che rimangono verdi fino alla morte della foglia come in foto 3
  5. le foglie ingialliscono dalla punta al nodo fogliare.

Cause 

  1. EC troppo basso bisogna dare più nutrimento di base.
  2. Poco azoto nel Fertilizzante o nel terreno o nella soluzione idroponica
  3. Nutrienti sbagliati per fase non avete dato abbastanza NPK
  4. PH troppo basso o troppo alto solitamente un PH basso puo eliminare l’assorbimento di azoto.

Soluzioni 

  1. Ricontrolla il PH, se il PH e troppo basso i macronutrienti non vengono assorbiti , correggerlo e aspettare una settimana, altrimenti passare al punto 2 o 3.
  2. Controllare EC se possibile, ma aumentare le dosi del fertilizzante a base di NPK per vegetativa aspettare una settimana.
  3. Per l’idroponica e la terra si può usare un prodotto che contenga solo azoto. Fai attenzione, inizia con dosi medie non esagerare.
  4. Se i punti precedenti non funzionano allora vuol dire che la pianta non riesce ad assorbire il nutrimento per un altro motivo controlla radici e presenza di eventuali malattie radicali o fogliari.

ECCESSO DI AZOTO simbolo (N)

carenze nutrizionali della cannabis

Pianta con eccesso di azoto, i rami sono molto deboli e le foglie molto scure sono ripiegate verso il basso diventando solitamente di colore verde scuro bluastro.

una pianta con eccesso di azoto sembra come una pianta con poca acqua ma la pianta con poca acqua avrà le foglie accartocciate , mentre nel eccesso le foglie non lo sono.

Sintomi

  1. la pianta impiega più tempo a maturare
  2. diventa più scura del normale
  3. le piante possono diventare molto alte con rami deboli
  4. le punte della foglia si piegano verso il basso
  5. Colore verde scuro bluastro

Cause 

  1. EC troppo alto, Troppi Nutrimenti nel suolo o nella soluzione nutritiva.
  2. La temperatura esterna e troppo bassa la pianta non assorbe acqua e il nutrimento si concentra nella soluzione o nel suolo.

Soluzione 

  • Controllare la temperatura se corretta passare al punto 2
  • Per l’idroponica aeroponica abbassare EC e diminuire le dosi di N azoto nella soluzione idroponica, quindi usate meno fertilizzante di base NPK potete diluire la soluzione con acqua senza fertilizzanti.
  • Per la terra  sciacquare il terreno per 10 minuti con acqua senza fertilizzanti ,per una settimana non date fertilizzante di base.
  • Quando La pianta torna ad un colore normale verde chiaro potete ritornare a dare nutrimenti, usate meno nutrimento da li in avanti.

CARENZE DI FOSFORO Simbolo (P)

Nella prima foto si vede una foglia con una carenza all’inizio della fase vegetativa, le altre sono carenti in fioritura

il fosforo e un macronutriente molto utile in tutte le fasi della pianta ma va aumentato di sicuro in fioritura.

Per evitare carenze di fosforo si usano fertilizzanti detti PK appositi per la fioritura delle piante di cannabis.


Sintomi

  1. la pianta rimane più piccola
  2. puo causare indebolimento della pianta
  3. rallentamento della crescita fogliare
  4. foglie con bordi marroni e macchie marroni + arricciatura verso l’alto o verso il basso
  5. foglie grandi o verde scuro viola o gialle
  6. colpisce le vecchie foglie

Cause  

  • PH sbagliato
  • Bassa EC per fase di maturazione
  • Mancanza di Tale nutriente in soluzione o nel terreno
  • mancanza del additivo PK in fioritura avanzata

Soluzione 

  • Controllare Il PH, Se il PH E troppo Basso o Troppo alto il fosforo non viene assorbito , sistemare e aspettare una settimana.
  • Alza EC metti un po’ dell’elemento fosforo in soluzione o nella terra puoi usare un prodotto a base di NPK Se Sei in Vegetativa usa un PK invece per fioritura e aspetta una settimana. 
  • Se i punti precedenti non funzionano allora vuol dire che la pianta non riesce ad assorbire il nutrimento per un altro motivo controlla radici e presenza di eventuali malattie radicali o fogliari.

CARENZA DI POTASSIO Simbolo (K)

nella prima foto si vede una carenza di potassio in crescita mentre nelle ultime due foto una carenza di potassio in fioritura avanzata.

il potassio e un altro elemento di base della coltivazione, anche lui come come il fosforo e maggiormente richiesto in fioritura.

usare un additivo PK sarà ottimale per evitare queste carenze.

Sintomi

  1. ritardi di crescita
  2. bruciature sulle punte delle foglie e bordi arricciati
  3. piante lunghe e deboli
  4. foglie vecchie a volte rosse arricciate verso l’alto
  5. le foglie grandi diventano marroni e muoiono
  6. lascia grandi macchie gialle tra le vene
  7. crescita rallentata
  8. crescita vegetativa molto lenta
  9. gemme più piccole
  10. colpisce i margini vecchi e le foglie giovani

Cause 

  1. umidità troppo bassa
  2. troppo calcio
  3. troppo azoto
  4. basse temperature
  5. troppo sodio
  6. EC sbagliato
  7. PH sbagliato

Soluzioni

  1. Se l’umidità è inferiore a 50, aumentala un pochino
  2. Se la temperatura è bassa, aumentala fino a 25
  3. Controlla il PH e regola poi aspetta una settimana.
  4. Aumentare EC per l’attuale fase di maturazione puoi usare un fertilizzante a base di NPK in vegetativa oppure un PK Se sei in fioritura, attendi un altra Settimana.
  5. Se i punti precedenti non funzionano allora vuol dire che la pianta non riesce ad assorbire il nutrimento per un altro motivo controlla radici e presenza di eventuali malattie radicali o fogliari.

ECCESSO DI POTASSIO Simbolo (K)

il potassio se in eccesso puo provocare diverse problematiche

Sintomi

  1. blocca l’assorbimento del calcio
  2. foglie bianche e giallo scuro tra le vene
  3. carenze di assorbimento di zinco manganese e ferro associate

Cause 

  1. EC troppo alto
  2. Troppo elemento nella soluzione nutritiva

Soluzione 

  1. Diminuire EC In terra puoi dare solo acqua per una settimana, in idroponica invece diluisci la soluzione con acqua senza fertilizzanti.

MICRONUTRIENTI E cARENZE

CARENZA DI CALCIO Simbolo (Ca)

la prima foto e la fase iniziale della carenza poi quella nella fase finale.

il calcio e un elemento molto utilizzato dalla pianta non di rado si vedono carenze di calcio sulle piante di cannabis.

e riconoscibile perché crea questi puntini molto piccoli sulle foglie un pò come il morbillo.

i puntini o le macchie sono distinguibili dalle altre carenze che formano macchie perché questi sono piccoli e con esterno marrone e interno giallo, di solito sono solamente rotondi mai allungati.

le carenze di calcio sono quasi sempre in concomitanza con quelle di magnesio prossimo paragrafo.

Sintomi

  1. puntini marroni e gialli rotondi e piccoli
  2. le foglie giovani si ammalano per prime
  3. a volte anche foglie vecchie
  4. riduce la crescita delle piante
  5. segni di debolezza fusto e rami
  6. sottosviluppo delle radici e conseguente morte
  7. colpisce rami steli foglie giovani e vecchie

Cause

  1. PH sbagliato
  2. EC troppo basso
  3. Mancanza di calcio nel substrato o in soluzione
  4. Stai usando lampade led bianche assorbono più calcio e magnesio

Soluzioni

  1. Se stai usando lampade led bianche controlla punto 2 ma passa direttamente al 3 e la soluzione migliore.
  2. controlla il PH e regola poi attendi una settimana
  3. Mettere un prodotto a base di calcio oppure puoi usare un Cal Mag generico e aspetta una settimana
  4. Se non hai risolto controlla di non aver un infestazione di ragno rosso avvolte si puo confondere con una carenza di calcio in stadio iniziale.
  5. Se i punti precedenti non funzionano allora vuol dire che la pianta non riesce ad assorbire il nutrimento per un altro motivo controlla radici e presenza di eventuali malattie radicali o fogliari.

ECCESSO DI CALCIO (ca)

Sintomi

  1. foglie con venature bianco-marroni

Cause 

  1. PH sbagliato
  2. EC alta

Soluzioni

  • regolare il PH
  • Abbassare EC in terra puoi dare per una settimana solo acqua in idroponica puoi diluire la soluzione con un pochino di acqua e aspettare una settimana.

CARENZA DI MAGNESIO (mg)

la prima foto mostra una carenza di magnesio in fase iniziale la seconda in uno stato intermedio

la carenza di magnesio e molto spesso associata a quella di calcio è riconoscibile per il suo effetto scacchiera sulle foglie.

la foglia rimane verde ma tra una venatura e l’altra schiarisce molto semplice da diagnosticare.

Sintomi

  1. foglie verdi chiare tra le vene
  2. ingiallimento su tutta la foglia
  3. a volte punte e bordi scoloriti
  4. a volte arricciandosi verso l’alto
  5. colpisce prima le foglie basse
  6. a volte prima i lati e la punta esterna
  7. foglie giovani arricciate verso l’alto

Cause  

  1. PH sbagliato
  2. EC basso
  3. Stai Usando Led con luce bianca

Soluzioni

  1. Se stai usando LED Bianchi controlla punto 2 ma passa al 3.
  2. Regolare il PH e aspettare una settimana
  3. Alzare EC al livello per la fase di maturazione troppi pochi micronutrienti nel suolo o nella soluzione idroponica.
    puoi dare un CAL MAG per aumentare calcio e magnesio usa questo

ECCESSO DI MAGNESIO (mg)

L’eccesso di magnesio non determina grosse difficolta se ce ne veramente tanto allora puo portare alla morte delle foglie.

lo si distingue dalla carenza di magnesio perché provoca le venature gialle come nel magnesio ma in questo caso sembrano bruciate.

e in effetti lo sono perché ce troppo fertilizzante

Sintomi

  1. parti esterne della pianta giallo bianco
  2. parte interna della foglia essiccata
  3. morte fogliare

Cause

  • EC troppo alto
  • troppo calcio
  • troppo cloro
  • troppo ammonio

Soluzione

  1. diminuire fertilizzante a base di microelementi
  2. rifare la soluzione nutritiva o risciacquare la terra e rimettere di nuovo i nutrienti

CARENZA DI ZINCO (zn)

nella prima foto una iniziale carenza di zinco su foglie giovani nella seconda in uno stadio intermedio si notano le punte leggermente bruciacchiate

lo zinco e un elemento immobile in effetti va a colpire solitamente la punta della pianta e i nuovi getti.

come vedete in foto la parte alta presente i bordi ingialliti mentre le foglie basse sono normali.

Sintomi

  1. bordi scoloriti sulle foglie giovani
  2. distorce le foglie in alto

Causa

  1. Mancanza di tale nutriente in soluzione
  2. PH sbagliato
  3. EC molto basso

Soluzioni

  1. Regolare il PH, Un PH molto alto può impedire il corretto assorbimento di microelementi, alzarlo alla giusta quantità e aspettare una settimana.
  2. Alzare EC Aggiungi un po’ di questo nutriente Puoi usare un fertilizzante a base di microelementi e aspetta una settimana.

ECCESSO DI ZINCO (Zn)

Sintomi

  1. morte della pianta

Causa 

  1. Troppo prodotto
  2. EC troppo alto

Soluzioni

  1.  Troppo Prodotto EC Troppo alto diluire la soluzione nutritiva in idroponica in terra sciacquare la terra e dare solo acqua per una settimana.

CARENZA DI FERRO (Fe)

nella prima foto una carenza su foglie giovani mentre nella seconda su germogli in prefioritura

il ferro e un elemento immobile infatti colpisce quasi sempre le foglie giovani.
al contrario dello zinco il ferro scolorisce l’interno della foglie i bordi rimangono verdi.

si puo notare subito una carenza di ferro perché l’interno della foglia diventa giallo mentre le sue punte rimangono verdi.

Sintomi

  1. foglie giovani pallide su nuovi germogli con venature verdi
  2. inizia con le foglie dall’alto
  3. nuove foglie gialle al centro
  4. colpisce le foglie giovani e i nuovi germogli

Cause

  1. PH sbagliato
  2. EC molto basso

Soluzione

  1. aggiungi un po’ di ferro
  2. regolare il PH
  3. alzare EC
  4. rifare la soluzione nutritiva o sciacquare la terra e rimettere i nutrienti

ECCESSO DI FERRO (Fe)

  1. macchie marroni sulle foglie superiori
  2. pianta intera

cause 

  1. EC troppo alto
  2. troppo elemento nella soluzione

soluzioni

  1. abbassare EC
  2. rifare la soluzione nutritiva o sciacquare la terra e rimettere i nutrienti

CARENZA DI ZOLFO (S)

nella prima foto una carenza all’inizio con decolorazione, nella seconda una carenza nella vegetativa su foglie nuove, nella terza una carenza in prefioritura

le carenze di zolfo sono molto rare solitamente non si vedono molto spesso essendo lo zolfo un elemento immobile, le carenze colpiscono i nuovi getti e le nuove foglie.

solitamente si presenta un ingiallimento di tutta la foglia con una pendenza della foglia verso il basso.

Sintomi

  1. lenta crescita delle foglie
  2. foglie mutanti
  3. foglie giovani gialle
  4. colpisce prima i quarti posteriori, poi il centro della foglia
  5. rami duri
  6. a volte la pianta assume una tinta arancione
  7. provoca carenza di molibdeno
  8. colpisce le foglie giovani e l’intera pianta

cause

  1. PH sbagliato
  2. EC troppo basso
  3. mancanza di elemento in soluzione

soluzioni

  1. regolare il PH
  2. o aumentare EC aggiungere micro elementi
  3. o aggiungi l’elemento mancante
  4. o rifare la soluzione o risciacquare la terra e rimettere di nuovo i nutrienti

ECCESSO DI ZOLFO (S)

Sintomi

  1. piccola pianta
  2. piccole foglie marroni con una punta bruciata

cause

  1. EC troppo alto
  2. eccesso di quell’elemento

soluzione

  1. abbassare EC
  2. o rifare la soluzione nutritiva o risciacquare la terra e rimettere di nuovo i nutrienti

CARENZA DI MANGANESE (mn)

nella prima foto si vede una carenza di manganese in crescita vegetativa, nella seconda una carenza in fioritura avanzata.

la carenza di manganese e riconoscibile perché si manifesta con punte delle foglie gialle e puntini o chiazze marroni di medie dimensioni.

le chiazze sono distinguibili da quelle di calcio perché sono totalmente marroni inoltre colpiscono quasi sempre le punte della foglia.

insieme alle chiazze si manifesta uno scolorimento delle punte e la bruciatura della stessa.

il manganese e un elemento immobile ma colpisce spesso le foglie grandi.

Sintomi

  1. foglie giovani con macchie marroni all’apice
  2. macchie gialle su foglie medie e grandi
  3. colpisce le foglie piccole, medie e grandi

Cause

  1. EC troppo basso
  2. mancanza di questo elemento nella soluzione

Soluzioni 

  1. alzare EC dare più nutrimento
  2. aggiungi micro elementi
  3. o rifare da capo la soluzione nutritiva

ECCESSO DI MANGANESE (mn)

Sintomi

  1. Causa carenza di ferro
  2. carenza di boro
  3. foglie giovani superiori gialle
  4. poi pianta intera
  5. blocco apicale
  6. le punte dei germogli muoiono
  7. indebolimento antibatterico

Cause

  1. poco potassio
  2. troppo elemento nella soluzione
  3. EC troppo alto

soluzioni

  1. aggiungere un po’ di potassio
  2. abbassare EC
  3. rifare la soluzione nutritiva o sciacquare la terra e rimettere i nutrienti

CARENZA DI RAME (Cu)

1134Copper-de1f

in foto una carenza di rame su pianta Auto fiorente.

il Rame e un elemento immobile che colpisce solitamente le foglie piccole e i nuovi getti.

le carenze di rame si sviluppano solitamente sui getti e sono molto simili alle carenze di ferro.

ma a differenza delle carenze di ferro dove la pianta e chiara le carenze di rame si sviluppano su piante molto scure.

inoltre una cosa che contra distingue queste carenze e la distorsione delle foglie verso destra o sinistra.

Sintomi

  1. blocco della crescita
  2. foglie distorte ce ruotano su se stesse
  3. foglie con tinta blu
  4. morte di getto
  5. foglie superiori scolorite
  6. venature fogliari bianche
  7. punte di foglie marroni
  8. colpisce nuovi germogli foglie giovani pianta intera

Cause

  • Troppo rame o microelementi nel terreno e nella soluzione nutritiva
  • Basse Temperature

Soluzioni

  • controllare la temperatura se superiore a 15 gradi
  • diminuire i nutrienti sciacquando il terreno o diluire la soluzione nutritiva.

CARENZA DI MOLIBDENO (mo)

in foto una carenza di molibdeno in fioritura avanzata.

il molibdeno è un elemento immobile che colpisce solitamente le foglie giovani ma anche quelle grandi con il tempo.

questa carenza è riconoscibile perché le foglie prendono una tinta violastra, questo succede sopra tutto nei bordi delle foglie.

Sintomi

  1. foglie con contorno di colore giallo pallido o rossastro di aspetto bruciato
  2. crescita anomala delle foglie
  3. talvolta ingiallimento della parte centrale della foglia
  4. a volte foglie strane e morte
  5. colpisce le foglie prima vecchie poi medie poi giovani

Cause

  1. carenza di fosforo
  2. carenza di zolfo
  3. EC basso
  4. PH sbagliato

Soluzioni

  1. controlla PH
  2. alzare EC e aggiungere microelementi
  3. aggiunta di zolfo
  4. aggiunta di fosforo
  5. o rifare di nuovo la soluzione o risciacquare la terra e rimettere di nuovo i nutrienti

ECCESSO DI MOLIBDENO (mo)

  1. effetti come la carenza di ferro e rame
  2. colpisce le foglie vecchie

cause

  1. EC troppo alto
  2. troppo elemento nella soluzione

soluzioni

  1. abbassare EC
  2. rifare la soluzione nutritiva o risciacquare il terreno e rimettere di nuovo i nutrienti

CARENZA DI NICHEL (Ni)

nessun documento per il momento

tossicità da ione ammonio nh4+   la tossicità da questo prodotto che a volte e nella maggior parte dei prodotti per coltura idroponica si riscontra molto spesso in sistemi come il dwc sono più a contatto con la soluzione degli altri sistemi, infatti in questo tipo di sistemi è sconsigliabile utilizzare nutre con lo ione nh4+ anche se non tutte le piante sono colpite allo stesso modo la pianta rimane piccola e si formano crepe su steli e radici i margini delle foglie si attorcigliano verso il basso come artigli le nuove foglie diventano contorte le radici sono sottosviluppate e la resa è minore.

CARENZA DI BORO

In Foto la carenza di boro, il boro e un elemento immobile che colpisce spesso le vecchie foglie al contrario del calcio che colpisce le giovani.

la carenze di boro sono molto simili alle carenze di calcio ma le macchie sono totalmente marroni

Sintomi

  • macchie marroni che prendo parte finale della foglia
  • le macchie sembrano bruciature e possono essere inizialmente gialle
  • aspetto allungato delle macchie
  • si vedono sulle foglie più vecchie

Cause

  • poco boro nel terreno o nella soluzione idroponica
  • ph sbagliato

Soluzione

  • controllare PH
  • aggiungere microelementi

CARENZA DI SILICIO

la carenza di silicio in foto

il silicio e un elemento immobile le sue carenze sono molto simili a quelle del calcio e del boro.

per distinguere una carenza di silicio basta notare che i puntini molto simili a quella di calcio si sviluppano su tutta la foglia e non solo sulle punte.

solitamente i puntini colpiscono i bordi ma sono molto diradati nella foglia.

Sintomi

  • puntini gialli
  • i puntini colpiscono tutta la foglia
  • i puntini sono molto diradati e non concentrati in un unico punto

Cause

  • PH sbagliato
  • EC troppo basso pochi nutrienti

Soluzioni

  • controllare PH
  • Aggiungere microelementi

altri Problemi Comuni

Foglie Scolorite verde pallido

Questo problema riguarda i macronutrienti di base della pianta se la pianta e pallida, date più nutrimento di base se siete in fioritura avanza e meglio non darne troppi.

Considerate che le piante in vegetativa devono essere di un bel verde acceso anche un pò scuro, il colore della pianta determina la quantità di nutrimenti che state dando o che la pianta assorbe.

avere un bel colore in vegetativa vi dara alla pianta tutti i nutrimenti necessari per la fioritura.

Punta delle foglie bruciata marrone

Ci sono vari macronutrienti e micronutrienti che posso bruciare la punta delle vostre foglie esempio : Fosforo, Potassio Manganese e Zinco.

Se la pianta è gialla allora e probabilmente l’inizio di una carenza di qualche elemento, buona parte degli elementi nutritivi bruciano la punta per poi andare ad intaccare l’intera foglia.

Mentre se notate la pianta scura con le punte bruciate di sicuro un eccesso di fertilizzanti.

in questo caso date meno fertilizzanti per almeno una settimana o non datene proprio.

Foglie Malformate o Deformate

Questo succede quando si verifica un forte sbalzo di PH nel terreno o nella soluzione idroponica.

Alzate o abbassate sempre il PH Gradualmente lo stesso sintomo puo Verificarsi quando usate acqua di rubinetto e il cloro viene aggiunto nelle tubature per via delle piogge.

un buon metodo usare acqua minerale o fare decantare l’acqua di rubinetto sotto al sole facendo evaporare il cloro in eccesso il PH inoltre deve essere sempre stabile.

Mancanza di acqua

La carenza di acqua e molto simile a una carenza di elementi ma molto facile da osservare, se la terra o l’impianto di irrigazione rimangono a secco per un periodo prolungato la pianta mostrerà questo effetto.

le foglie tendono ad accartocciarsi verso il basso inoltre possono attorcigliarsi su se stesse come in foto.

dare sempre una buona quantità di acqua regolarmente e non lasciare le piante a secco per periodi prolungati è la soluzione.

Marciume radicale

Il Marciume Radicale e una conseguenza di funghi o batteri che si formano nel vaso e nella vasca idroponica le radici di solito si presentano di colore giallo o marrone.

se coltivate in terra e usate dei sottovasi questi non devono essere sempre pieni di acqua inoltre non bisogna eccedere con l’acqua il terreno deve subire dei cicli di bagnato e meno bagnato mai troppo secco.

in idroponica invece il marciume radicale puo essere provocato dalle temperature della soluzione, inoltre i funghi e i batteri posso moltiplicarsi con il tempo.

per evitare questo molti coltivatori idroponici cambiano la soluzione ogni due tre settimane di coltivazione.

Muffa Fogliare

e distinguibile dalle carenze perché grigia o bianca non confondetela con le carenze ma un foglia colpita da carenza potrebbe essere poi colpita dalla muffa, chi e arrivato prima?

Danneggiamenti da insetto

questo tipo di danni puo essere differenziato perché abbastanza sparso sulle piante e sulle foglie non si verifica su tutta la pianta se non per ragno rosso ed altri rari insetti.

malattie della pianta Virus

come virus del mosaico si distinguono perché creano una scacchiera sulla foglia come la carenza di magnesio, ma con contorni meno accentuati e più rotondeggianti inoltre alcune foglie saranno malformate nei bordi partendo da quelle vecchie.

piante albine

Esistono anche le piante o semi albini sono molto rari , la pianta solitamente ha una sua parte bianca senza clorofilla o e bianca per intero, si verifica su tutta la foglia e anche sui rami da non confondere con bruciature

Bruciature da calore

le piante possono bruciarsi al sole proprio come noi se le mettete troppo vicino alle lampade , oppure troppo presto fuori senza adeguarle alla forte luce solare.

Togli la foglia secca?

Le foglie secche vanno sempre rimosse perché col tempo, grazie all’umidità ecc., sulla foglia si formerà della muffa che potrebbe intaccare anche le foglie sane, inoltre è possibile eliminare solo parti della foglia secca tagliandola via con le forbici…. le foglie alla fine cadranno comunque ma è il lavoro ideale per foglie grandi che accumulano molta energia.

Per eliminare le foglie è possibile tirarle verso il basso, si staccheranno più facilmente.

Togli la foglia gialla o malata? 

Per le foglie gialle o malate il discorso è diverso se la fase di maturazione delle piante è nelle ultime due settimane di fioritura le foglie sono gialle e non vanno assolutamente rimosse fino alla fine.

Se le foglie sono gialle a causa di una carenza e ce ne sono molte, non vanno rimosse fino a quando non sono secche.

Mentre se per foglie gialle si intendono quelle foglie che non ricevono luce e derivano per lo più dalle parti inferiori della pianta, vanno eliminate solo quando stanno cadendo verso il basso e si staccano facilmente.

Per eliminare le foglie è possibile tirarle verso il basso, si staccheranno più facilmente.

articolo in continuo aggiornamento 😉

Bobmarij

Bobmarij

Bobmarij. Attivista Pro Legalizzazione dal 2014 , Distribuisce Informazioni e Cannabis in Tutto il Globo.

Lascia un commento

HouseofCannabis