home » Blog » cannabis light riconosciuta pianta officinale

cannabis light riconosciuta pianta officinale

  • 4 min read
cannabis light riconosciuta pianta officinale

Il decreto Mipaaf del 23 luglio 2020 menziona la “canapa sativa infiorescenza” a usi estrattivi tra le piante officinali assicurabili al mercato agevolato o ai fondi di mutualizzazione 2020.

cosa significa questo? significa che un nuovo passo e stato fatto per il mercato agricolo della cannabis sativa.l

in questo caso si e andato a riempire un vuoto normativo riguardante proprio le infiorescenze.

dal 24 luglio le infiorescenze potranno essere anche esportate avendo un proprio codice doganale?
non penso ma ci arriveremo.

questa è un ottima cosa ma sorge un problema, il prezzo delle infiorescenze e stato calcolato su un tetto massimo di 100 euro il kg.

questo vuole dire che solo la biomassa in genere fiori lavorati grossolanamente sono tutelati dalle assicurazioni.

mentre la restante tipologia di fiore di alta fascia rimane ancora poco tutelato dal punto di vista assicurativo, mutuativo.

in realtà siamo più che soddisfatti di questo tipo inserimento in tabella avendo recepito dal governo un chiaro segnale che le infiorescenze siano state finalmente accettate.

Cosa comporta la norma

questo tipo di norma fa intendere varie cose, la prima è che le case farmaceutiche sono pronte ad utilizzare questo prodotto per scopi estrattivi.

ormai e risaputo che il cbd e la pianta di cannabis abbia note proprietà terapeutiche, come del resto il thc.

e per questo motivo la norma contribuirà a poter creare un export di quel tipo di materiale in grosse quantità verso chiunque lo richieda.

questa norma lascia pensare che il mercato si spingerà verso l’estrazione, che non risulta ancora legale o attuata in italia per via di alcune norme.

per questo motivo siamo convinti che il settore si spingerà verso la creazione di laboratori estrattivi su territorio italiano, e di conseguenti prodotti lavorazioni e norme derivate.

previsioni di mercato per coltivatori


Non e sicuro ma a quanto pare si sta dando maggiore interesse al mercato industriale, cosa che sembra logica dal punto di vista numerico.

probabilmente il 2021 sara l’anno di grosse coltivazioni ad uso biomassa o fiore lavorato grossolanamente.

e significativo capire che questo sara un enorme balzo di qualità e di gestione per le aziende produttive, perché chi non riuscirà a fare produzione in grosse quantità verrà colpito dai cali di prezzo.

per questo vi consiglio di studiarvi una strategia di coltivazione a buon mercato e alta produzione ma anche una buona gestione per mantenere attivo questo tipo di sistema.

cosa cambia per le pratiche bustine?

attualmente per il consumatore non cambia nulla non ci sono norme di utilizzo oppure norme di vendita.

le infiorescenze e i derivati non sono ancora rientrati in specifiche norme ma presto potrebbe essere proprio cosi.

potrebbero essere inquadrate in un regime di pianta officinale controllata sotto farmacie, oppure semplicemente sotto un regime di pianta omeopatica di libera vendita.

se fosse il secondo caso naturalmente saremmo tutti contenti di poter distribuire un prodotto omeopatico e quindi senza controlli vari con tutte le analisi e norme del caso.

ad oggi il consumo di questo prodotto rimane invariato e non risultano norme che tutelino anche l’assuntore da eventuali falsi positivi hai test della guida.

come non risultano norme sulla produzione delle piante e dei materiali derivati.

ma siamo convinti che verranno inseriti probabilmente nel momento in cui verrà creata la filiera distributiva ed estrattiva della pianta.

manca ancora tanta strada per arrivare a normare del tutto questa pianta e i suoi derivati, ma siamo nella direzione giusta.

Grazie A Tutti I Lettori E Growers Che Ci Seguono, Se Avete Dubbi O Consigli Scriveteci Sulla Nostra Pagina Facebook ! !
Potete Trovarci Anche Tramite Instagram Dove Postiamo Periodicamente Foto Delle Nostre Coltivazioni
Se Invece Volete Ricevere Tutti Gli Articoli Recenti Vi Basterà Seguirci Su Twitter Facebook Oppure Iscrivervi Alla Newsletter .

! ! ! S T A Y H I G H ! ! !

Non Ci Riteniamo Responsabili Dell’uso Che Farete Di Queste Informazioni I Nostri Articoli Hanno Puro Scopo Informativo, In Italia La Coltivazione Di Cannabis A Basso Tenore Di Thc E Normata Dalla Legge 242 2016 Piu Informazioni Riguardanti La Coltivazione Potete Ricavarle Dalla Nuova Disclaimer

Se Siete Interessati A Normare La Cannabis Ad Alto Tenore Di Thc Qui Trovate Il Gruppo Dedicato








samuel alamia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.